Categoria: Il Vascello del Sè

Nel vasto mare dell’inconscio collettivo, la cui “struttura centrale”, come scrive Jung, “non può essere fissata spazialmente, ma si configura come esistente dappertutto” (Jung e Pauli, Il carteggio originale: l'incontro tra Psiche e Materia, Moretti e Vitali) la coscienza individuale naviga sul “Vascello del Sé”, dove trovano posto le “scintille di luce” che contengono l’hypostasis, ossia la substantia di ogni essere umano, che è puro pensiero. Sul “Vascello del Sé” l’essere umano trova se stesso in quanto puro pensiero dotato di un corpo di luce e di un corpo materiale e diviene cosciente della sua potenza creatrice, oltre ogni velo e oltre ogni illusione".

Caricamento in corso