di Il Pirata.

Il film del 1999, The Matrix, diretto dai fratelli Wachowski, è uno dei film più influenti degli ultimi 20 anni, ha reso popolare l’effetto noto come ‘ bullet time ‘, che ora è un pilastro in quasi tutti i blockbuster di Hollywood ed è anche uno dei più profondi in quanto a simboli esoterici, idee filosofiche e dettami religiosi. C’è anche un’allegoria massonica, della quale intendo occuparmi in questo articolo.

Il film si concentra sul personaggio di Thomas Anderson. NEO è il suo user da hacker: una versione abbreviata della parola NEOfita.  Un NEOfita è un nuovo membro di una confraternità, un nuovo convertito ad una religione, o un novizio in un ordine religioso.

Il film inizia con i personaggi di Trinity e Cypher che discutono in merito a NEO, dipingendolo come un paranoico con l’ossessione di essere sfruttato. Lo schermo si trasforma nel codice binario di uno e zero.

Il nome Thomas è assimilabile a San Tommaso colui che non credeva e che poi ha abbracciato la fede. Il reverendo Anderson è stato l’estensore delle leggi massoniche, dette Lamdsmarks, ovvero punti di confine.

Abbiamo poi  Trinity, in una stanza in un Hotel in disuso, chiamato “Heart O ‘ The City”. La stanza è la “303”. Naturalmente, si potrebbe trarre la conclusione che questa è un’allusione ai 33 gradi del Rito Scozzese. Il numero 33 ha un significato speciale. Anche l’alchimia è un’arte triplice Il relativo mistero è bene simbolizzato da un triangolo. Il suo simbolo è 3 per 3 tre elementi o processi in tre mondi o sfere di passaggio per trasmutare la materia. Il 3 per 3 fa parte del mistero del 33 ° grado della Massoneria. Il 33 è 3 per 3, che è 9, il numero dell’ uomo esoterico e il numero di emanazioni dalla radice dell’albero della divinità.

Trinity, il cui nome evoca letteralmente il numero 3, potrebbe rappresentare un membro senior dell’ordine a cui NEO è sulla soglia di aderire, che  in pratica rappresenterebbe un maestro libero  muratore nella Loggia Blu che noi chiameremo dell’Ordine. Trinity è il principio femminile e NEO il principio maschile. Nel film Trinity non identifica la trinità cattolico cristiana, ma rappresenta la trasformazione alchemica: in senso gnostico lei è Sophia, il principio femminile.

Trinity è in grado di fuggire dalla stanza 303 dopo essere stata inseguita attraverso i tetti da TRE sinistri agenti, guidati dall’agente Smith.

La scena successiva rivela allo spettatore NEO.

NEO ha la convinzione che qualcosa non va con il mondo, ed è portato a credere, dai suoi incontri online, che ci sia qualcosa chiamato ‘ The Matrix ‘. Gli viene detto: “Svegliati”, via computer  e di seguire il coniglio bianco, che appare in forma di tatuaggio sul corpo di uno dei suoi clienti hacker.

La stanza di NEO è la n. 101, come il codice binario primitivo, quindi appartiene ad un apprendista di primo grado (analogamente Trinity 303 è di terzo grado).

Il 101 è anche il numero della stanza dove George Orwell rinchiude il protagonista del romanzo 1984.

La ragazza del coniglio bianco si chiama Dujour e il suo ragazzo Choi, due nomi che compongono “Choi du jour”, che in francese significa: “La scelta di oggi”.

Esotericamente il coniglio bianco indicata fertilità e rinascita e ha un significato particolare per molti popoli antichi, a partire dagli Egizi  dai quali era ritenuto un grande conoscitore dei misteri della vita, come si evince da alcune sculture tributategli da questo straordinario popolo. Per Carroll il coniglio di Alice nel paese delle meraviglie è colui che precede la regina di cuori: una sorta di Maestro delle cerimonie.

NEO viene portato in un Club dove lo si introduce a Trinity.  Trinity spiega a NEO che un uomo di nome Morpheus può spiegargli tutto. NEO qui viene tegolato da Trinity che gli dice Tu stai cercando noi …… stai cercando la risposta, ma è la domanda il tuo chiodo fisso.

Morpheus si mette in contatto con NEO nel suo ufficio dove viene ricercato dagli agenti, che alla fine lo catturano, perché NEO non è in grado ancora di fare il salto di fede di Kierkegard . Per Kierkegaard le varie realtà (etica, estetica e religiosa) sono possibilità tra le quali l’uomo deve scegliere. Deve quindi scegliere una e rifiutare l’altra: aut-aut è l’espressione che egli utilizza per designare il divenire, la scelta, il salto che l’uomo deve compiere. Il futuro è quindi per l’uomo pura possibilità e quindi puro nulla.

In seguito NEO viene trattenuto dai soliti tre agenti Durante l’interrogatorio NEO manifesta sfrontatezza ed arroganza ed uno dei tre agenti gli toglie la parola come avviene al Neofita per i primi mesi dall’iniziazione. Successivamente gli impiantano un dispositivo di localizzazione. Morpheus contatta di nuovo NEO e gli propone di incontrarlo.

NEO viene raccolto in un’automobile dagli affiliati alla fratellanza, che gli rimuovono il dispositivo di tracciamento e  viene portato da Morpheus, che si trova in un edificio con la pavimentazione a scacchi in bianco e nero tipico di una loggia massonica.

Morpheus si siede in una poltrona rigida e NEO è seduto di fronte a lui. Morpheus dice a NEO che spiegare la matrice è impossibile e che NEO avrà bisogno di scoprirla da solo. Gli viene data una scelta: prendere una pillola rossa e imparare a conoscere la matrice o prendere una pillola blu che lo porterà di nuovo alla sua vita normale. NEO prende la pillola rossa e il suo viaggio verso l’ignoto comincia.

NEO in questa scena si trova allegoricamente nel gabinetto di riflessione. Egli è nelle tenebre (ignoranza) della natura della matrice. Egli cerca la conoscenza (luce).  Morpheus, che prende il nome dal dio greco dei sogni, offre a NEO questa conoscenza, ma solo di sua spontanea volontà e con il suo accordo, dimostrato prendendo la pillola rossa.

Se NEO rifiutasse, gli sarebbe data la pillola blu, che funge da ritorno allo stato di ignoranza e portato fuori dalla Loggia (rappresentata dal pavimento della scacchiera dell’edificio) su cui Morpheus presiede come Maestro Venerabile nella sua poltrona.

Dopo aver preso la pillola rossa, NEO è portato in un’altra stanza e collegato a elettrodi. Comincia a vedere la facciata della finta realtà del collasso della matrice.

Successivamente NEO si sveglia in un contenitore immerso in una sorta liquido amniotico ed è attaccato a fili: rappresenta il bambino nel grembo materno che sta per nascere. Si guarda intorno e vede migliaia di altri umani in contenitori simili. Un gigantesco apparato volante arriva e afferra NEO per la gola con un braccio. Il segno gutturale per i massoni ha un preciso significato, tra i quali separare il corpo dalla mente. Non appena i cordoni ombelicali raffigurati dagli elettrodi si staccano, NEO attraversa un condotto rappresentante l’utero materno dove un gigantesco artiglio di metallo lo prende e lo porta al vascello di Morpheus. È a questo punto che NEO viene portato alla luce. Era nelle tenebre (l’ignoranza) della natura di Matrix, ma Morpheus, che funge  de facto da Maestro Venerabile, lo porta alla luce (conoscenza), dandogli la natura della realtà e della Matrice. L’apertura che conduce NEO alla luce è all’interno di tre punti luce.

Interessante anche la nave, il cui nome i piloti di Morfeo prendono da quello del re che distrusse il Tempio di Re Salomone: Nabucodonosor. Secondo la Bibbia, durante il suo regno Nabucodonosor avrebbe perso il senno e si sarebbe ritirato a vivere nella natura selvaggia come un animale, per poi riprendersi sette anni dopo. Quella natura selvaggia, il reale, a cui l’uomo tecnologico non era più abituato.

A questo punto Morpheus spiega a NEO che non si trova nel 1999, ma nel 2199. Potremmo dire, massonicamente: era volgare ed anno di Vera Luce.

Successivamente Morpheus presenta a NEO tutti i membri del vascello ovvero della Loggia.

Purtroppo, NEO non è in grado di gestire la natura della realtà e deve essere riabilitato all’uso dei sensi. Morpheus spiega che è difficile per il cervello riadattarsi una volta che è entrato in Matrix per un lungo periodo di tempo e aggiunge che crede NEO sia “l’eletto” che è stato profetizzato per salvare la razza umana. In un momento di crisi Morpheus spiega a NEO che la pratica che ha subito è sconsigliata per via dell’età.

NEO quindi avrà una discussione con Tank, che informa NEO a proposito di Sion, che è l’ultimo insediamento umano sepolto in profondità. Sion si riferisce alla collina dove nacque il nucleo primitivo di Gerusalemme, che si trovava a sud del Monte Moria, ma in seguito divenne un metonimico del Tempio di Re Salomone.

Esotericamente, Sion è il punto nel sancta sanctorum situato nel Tempio di Re Salomone dal quale emerge la realtà, la Gerusalemme celeste da sempre ricercata dagli alchimisti.

NEO si siede su una sedia e si collega al mainframe. A questo punto, Tank passa al processo di caricamento di determinate conoscenze direttamente nel cervello di NEO. La prima cosa che carica in NEO è un programma ju-jitsu, al quale NEO fa notare: “Conosco il Kung-Fu.”

Quindi affronta Morpheus nella realtà simulata. Morpheus lo sconfigge perché NEO non capisce che può manipolare la simulazione. Non è vincolato da alcuna fisica reale. Può correre più veloce, saltare di più, ecc. Tank quindi carica un programma in cui NEO è costretto a saltare dal tetto di un grattacielo a un altro. Ancora una volta, l’abilità di NEO di non capire che non si trova in un luogo reale lo fa fallire; cade e, quando atterra, nota il sangue che esce dal suo naso. NEO impara che la mente non può esistere senza il corpo, quindi se la mente muore in Matrix, si muore nel mondo reale.

In termini massonici, NEO è un apprendista. Come il candidato che viene istruito su ciò che costituisce una loggia nel suo grado di appartenenza, a NEO viene insegnato ciò che costituisce la simbologia Massonica quale chiave di lettura del mondo esterno. Tuttavia, sta ancora muovendo i suoi primi passi in questo nuovo mondo del reale, oltre prendere coscenza come Matrix sia un facsimile di ciò che era reale.

La lezione viene interrotta da una macchina chiamata sentinella che dà la caccia agli umani nei tunnel di servizio che usano per nascondersi e collegarsi a Matrix. Segue una scena con Cypher all’interno di Matrix dove sta cenando con l’agente Smith. Cypher vuole essere ricondotto a Matrix perché dice: “L’ignoranza è beatitudine”. In cambio, promette all’agente Smith che gli consegnerà Morpheus.

Morpheus annuncia all’equipaggio che NEO è pronto a vedere l’Oracle. Nella mitologia greca gli oracoli erano persone (di solito donne) che fornivano consigli saggi e profetici ispirati agli dei. NEO e la banda entrano in Matrix. Cypher, al suo arrivo, mette un cellulare in un bidone della spazzatura per dare la sua posizione agli agenti. NEO è portato nell’Oracolo da Morfeo e viene condotto in un salotto con un mucchio di altri potenziali “Eletti”. Tutti loro sono bambini che stanno facendo azioni straordinarie, come levitare blocchi di costruzione o piegare un cucchiaio. Quello che piega il cucchiaio ricorda a NEO che è impossibile piegare il cucchiaio, perché non c’è un cucchiaio, ma il sé deve piegarsi. NEO va in cucina per incontrare l’oracolo, che è una vecchia donna che cuoce i biscotti. La donna esamina NEO e gli dice che non è “l’Uno”. Spiega che ha un potenziale, ma che sta aspettando qualcosa.

Ci sono due cose che si distinguono in questa scena dal punto di vista massonico. L’Oracolo si riferisce a un segno sopra la porta della cucina che ha la frase latina: ‘Temet Nosce’. Chiede a NEO se sa cosa significa il segno e si volta a guardare il cartello. Mentre si gira, la porta viene visualizzata, rivelando che è adornata con l’aquila a due teste del Rito Scozzese. Il segno: “Temet Nosce” è la traduzione latina della massima delfica greca: “Conosci te stesso”.

Il simbolo del Rito Scozzese è l’Aquila a doppia testa, con un capo che guarda a sinistra e l’altro che guarda a destra. Il significato simbolico nel Rito Scozzese è quello della dualità contenuta nel cercare di condurre l’individuo ad elevarsi. Tra le altre cose, ci ricorda che come esseri umani siamo composti sia del corpo, sia dello spirito, che siamo sia temporanei, sia eterni; che sia il bene e il male esistono nel mondo e che dobbiamo perpetuamente sposare il bene e riconoscere il male. Ci ricorda anche che la conoscenza viene sia dallo studio che dall’intuizione; e che i nostri obblighi sono sia per noi stessi e per gli altri; che sia la fede e la ragione sono necessarie. È stato anche associato con l’idea della mitica Fenice. La Fenice è un uccello della mitologia greca che ciclicamente si rigenera e rinasce. L’idea della Fenice avrà senso alla fine del film.

Conoscere se stessi è un tema a cui si fa riferimento in massoneria, ma rigorosamente mai espresso. Gli strumenti di lavoro dell’apprendista sono tutti progettati per aiutarlo a conoscere se stesso ma nessuno può spiegarlo. Anche le tornate in grado di Apprendista servono a questo scopo: aiutare a dirigere il nuovo fratello verso l’interno, invece che verso l’esterno.

Una volta che NEO e Morpheus sono tornati nel resto del gruppo, cercano di scappare da Matrix. NEO ha un déjà vu che significa che qualcosa è stato cambiato all’interno di Matrix. La trappola che Cypher ha stabilito conducendo gli agenti nella sua posizione è scattata. L’equipaggio si trova circondato dagli agenti e uno del loro gruppo, “Mouse”, viene ucciso. Il resto dell’equipaggio si allontana scavalcando le pareti, ma Cypher starnutisce intenzionalmente per dare la loro posizione. Morfeo, credendo ancora che NEO sia l ‘”Uno”, si sacrifica per consentirgli di scappare.

Cypher è in qualche modo uscito da Matrix e attacca Dozer e Tank con un’arma gigantesca come un fulmine. Dozer e Tank sono inabili e Cypher schernisce il resto dell’equipaggio che sta aspettando di sfuggire a Matrix; uccide metodicamente sia Switch che Apoc. Chiede a Trinity di staccare la spina di NEO, affermando che se NEO è veramente quello, non dovrebbe importare se lo scollega. Trinity ovviamente si preoccupa di NEO e questo rende  Cypher geloso. Cypher sta per staccare la spina di NEO quando Tank si alza e sorprende Cypher, uccidendolo con la stessa arma che ha usato contro di lui.

La scena successiva rivela gli agenti, guidati dal sinistro agente Smith, che tortura Morfeo. L’agente Smith rivela che hanno tentato di rendere la prima versione di Matrix un mondo perfetto per gli umani, ma che gli umani non l’avrebbero accettata. Egli continua a chiamare l’umanità un virus e una malattia e sostiene che le macchine sono la cura. NEO, si rende conto che deve tornare in Matrix per salvare Morfeo, invece di ucciderlo per proteggere Sion.

Nel frattempo, Smith è solo con Morpheus. Afferma il suo desiderio di uscire da Matrix per quanto aborrisce l’umanità.

Trinity e NEO entrano in un edificio sicuro per rubare un elicottero. Dopo aver saltato trucchi e armi da ginnastica nell’atrio dell’edificio, arrivano all’ascensore che porta sul tetto. Trinity arriva all’elicottero e scarica il programma per apprendere a volare, mentre NEO schiva tutti i proiettili di un agente che si presenta. Per inciso, questa scena di schivata proiettile è ora ripetuta,  in qualche modo come omaggio, in molti film successivi.

Trinity e NEO salgono sull’elicottero e salvano Morfeo. Raggiungono quindi un’uscita in una metropolitana, dove Morpheus e Trinity sono in grado di fuggire. L’agente Smith si presenta e lui e NEO combattono. NEO sconfigge Smith, ma Smith è in grado di cambiare la sua forma in un’altra persona nelle vicinanze prima di essere ucciso. Smith quindi riappare e NEO corre per salvare la sua vita.

NEO arriva nella stanza ‘303’ al motel ‘Heart o’ the City ‘, dove gli viene tesa un’imboscata ed è ucciso dall’agente Smith. Nel frattempo, le macchine hanno localizzato la Nabuccodonosor e hanno inviato le loro Sentinelle per distruggerla. Le Sentinelle stanno tagliando lo scafo della nave e Trinity confessa che NEO non può essere morto. Le fu infatti detto dall’Oracolo che si sarebbe innamorata dell’ “Eletto” e che amava NEO.

Con la sua confessione, NEO nasce dalla morte. Ora vede Matrix in codice, ed è in grado di manipolarlo a piacimento. Arresta i proiettili a mezz’aria e si tuffa nell’Agente Smith. Smith inizia quindi a sovraccaricare ed esplode con un urlo. Gli altri agenti fuggono e NEO sfugge a Matrix, permettendo all’equipaggio del Nabuccodonossor di utilizzare il dispositivo EMP. Il film si conclude con il rilascio da parte di NEO di un avviso alle macchine da una cabina telefonica. Si alza nella telecamera che è posizionata sopra la testa e il film finisce.

NEO in sostanza diventa Maestro Massone alla sua seconda incursione in Matrix per salvare Morpheus. I muratori di terzo grado durante il loro passaggio hanno visto una rappresentazione della Camera di mezzo del Tempio di Salomone. Vengono istruiti sulle arti e le scienze liberali. Hanno più responsabilità.

Il passaggio massonico è imitato da NEO che, al suo secondo ingresso in Matrix, è in grado di manipolare meglio l’ambiente circostante; è ancora guidato da una guida vera e fidata nella forma di Trinity, ma è in grado di eseguire imprese superumane come schivare i proiettili.

La fine del film mostra NEO che prende il posto di Hiram Abiff. Come Hiram, NEO è affrontato da 3 agenti (ruffiani). L’agente Smith, che interpreta il ruolo di Jubelum come agente principale, lo uccide. Come la fenice, tuttavia, NEO rinasce. NEO è sollevato dalla tomba con l’espressione di una parola o frase specifica, ed ora è un Maestro di Matrix. Un fratello che interpreta Hiram Abiff nel 3 ° grado viene allevato come maestro massone e riceve una parola o una frase specifica. Proprio come NEO è in grado di continuare ad avere ulteriori avventure all’interno di Matrix, il nuovo Maestro Massone è ora in grado di continuare ad avere ulteriori opportunità massoniche unendosi al Rito Scozzese.

Ci sono molti temi in Matrix che vale la pena osservare da una prospettiva esoterica. Il film è intriso di temi gnostici. C’è anche un tema filosofico riguardante la natura della realtà a cui si allude l’inclusione del Treatise, Simulacra & Simulation di Baudrillard, nel film. Il lavoro è meglio conosciuto per la sua discussione di simboli, di segni e di come si relazionano alle esistenze simultanee.

Neo perfeziona gradualmente il suo controllo sulla “natura” e man mano che le sue abilità progrediscono, è in grado di affrontare, alla fine della trilogia di Matrix, l’Architetto.

Neo è una specie di antieroe, che appaga il significato del suo nome: Neo, come nella nuova, o la classica dottrina comunista del “New Man”, ma in una forma singolare, anarchica, individualista. Neo è il ribelle prometeico che non accetta alcuna autorità, essendo disposto a sacrificarsi per uccidere il sistema e distruggere la matrice.

Ci sono, infine, anche alcune strane coincidenze, come il passaporto di NEO che scade l’11 settembre 2001, anche se il film è stato aperto nelle sale nel 1999, ed è stato girato nel 1998.

Ho solo cercato, con questo breve scritto,  di catturare ciò che sentivo fossero alcuni temi massonici presenti nel film.