Dalla Tavola I – Storia di Thot, l’ Antlantideo :

“…Il desiderio della Conoscenza suprema potenziò tanto forze profonde , che fu messo Thot su un piano di vibrazione tanto elevato che l’ Abitante divenne conscio della sua potenza e vide che Thot era pronto a ricevere la Scintilla di Luce emessa dalla Fiamma. L’ intensificazione della Fiamma portò una crescita nella Conoscenza e la conoscenza del percorso portò alle sale di Amenti, dove è concentrata la forza della vita in questo pianeta…

Thot scoprì quindi che la SAPIENZA del Cosmo era basata su Cuore e Mente degli uomini: lì trovò i misteri più grandi, poiché attraverso l’uomo il Cosmo si estende in un ambito inesplorato…  “

Da R. Steiner, Conoscenza antroposofica dell’Uomo e Medicina, Editrice Antroposofica, Milano 1983, pag. 201.

“…che cosa può ricavare l’arte medica da uno studio scientifico – spirituale? … il medico vien posto realmente nella condizione di diventare in quanto terapeuta un uomo completo, non solo uno che riflette con la testa sulle malattie, ma uno che partecipa alla prova della malattia in base alla sua intima essenza umana e perciò vede nei processi terapeutici un compito giusto e degno di un uomo, la sua missione.”

La Antica Medicina Egizia si basava  sui  cosiddetti “Quattro Metodi Empirici” :

  1. FARMACOPEA – Risorse dei tre regni: Vegetale, Animale, Minerale.
  2.  CHIRURGIA – Riduzione di fratture e lussazioni, ascessi, immobilizzazioni, suture e trapanazioni per  l’ uscita dello spirito maligno o dell’ anima.
  3. FISIOTERAPIA – Utilizzo di calore, massaggi, lavaggi per purificare il corpo.
  4. MAGIA – Il tutto  doveva essere accompagnato da un Rito, molto importante.

Le pratiche mediche erano essenzialmente otto :

  1. Prendere il polso
  2. I tamponi
  3. Gli impasti (resina di incenso e miele per infezioni)
  4. Le protesi
  5. Case della Vita (Templi : pratiche mediche e manuali)
  6. Prescrizioni mediche
  7. Chirurgia
  8. Circoncisione

Ogni operazione si accompagnava sempre con una o più sostanze delle circa 400 della Farmacopea Egizia

  • Sostanze di origine animale: Carne, latte, sangue, uova, orina, escrementi
  • Sostanze di origine vegetale o piante: Melograno, olivo, palma, cedro, fico, aglio, cipolla, coriandolo, loto, ricino, papavero (di cui si utilizzavano foglie, fiori, radici, frutto, resina, oli, legno, succo, ceneri, fumo).
  • Sostanze Minerali: Piombo, alabastro, antimonio, arenaria, sale, argilla

Va inoltre sempre ricordato che :

  1. La terra era un fattore di protezione magica, utilizzata per combattere il male.
  2. La rugiada mattutina, inviata dal cielo per immergere le piante in un influsso divino, guariva le membra paralizzate.
  3. Un rituale proclama : quando le piante degli Dei sono sopra il tuo capo, tutte le protezioni della vita giungono fino a te.
  4. Tutte le piante essenziali dell’ Egitto hanno un’ origine divina:
    1. il papiro, il lino, la mirra, l’ incenso, il miele
    2. Acacia: simbolo di rigenerazione
    3. Ginepro : proviene dalla Luce.

Le Componenti  del Corpo umano

  1. Sekhu o Khat – Corpo fisico. Sede delle componenti sottili durante la vita.
  2. Ka, o “Doppio” – Ricordi/sentimenti vita terrena. Forma pensiero di se stesso. Rientra nel corpo mummificato.
  3. Ba, Anima – Intelletto o Logos, in contatto con memoria archetipica (Dei). Può riunirsi al corpo mummificato.
  4. Ib o Ab – Cuore. Sede di emozioni, intelligenza, memoria, sapere.  In sede nella imbalsamazione. Pesato da Anubis e da Maat.
  5. Ren, nome segreto – Componente che da vita all’ uomo. Parte della personalità.
  6. Akh o Khu o Sahu – Elemento spirituale. Si ricongiunge con il Creatore, poiché appartiene al cielo. Sua direzione : Oriente.  Legame divino, si riflette nel Ba.
  7. Khaibit o Seut – “Ombra nera”. Parte più vicina al mondo fisico, collegamento tra corpo ed elementi incorporei (passioni, rabbia, invidia, ira,…).
  8. Heka – Potere della Magia. Forza soprannaturale, che rende possibile l’ esistenza e consente di dialogare con il divino ed influenzarne il corso.
  9. Sekem – Energia del defunto. Unione delle parti fisiche e spirituali di essere vivente. Unite se si impedisce la disgregazione dei corpi dell’ uomo dopo la sua morte.

Il Corpo Astrale

Inoltre, “La coscienza delle funzioni cerebrali, dell’attività mentale, in special modo la memoria, sono possibili grazie all’intervento del corpo astrale che media e traduce le attività psichiche in elaborazioni endocrine-nervose: i segnali bioelettrici dei nervi e la sensazione ormonale delle ghiandole endocrine nel tessuto sanguigno ne sono una conseguente manifestazione.” (Sanfo V., 2003, p 51).

La Semeiotica nell’ Antico Egitto.

Diagnosi secondo  aspetto, stato di coscienza, potere uditivo, odore del corpo (tremori, secrezioni, tumefazioni), temperatura, polso, percussione.. Eventuale osservazione : urine, feci, espettorato.

Decorso ed esito : prognosi

Favorevole: è un male che curerò

Incerta: è un male che combatterò

Infausta: è un male che non curerò

Prescrizione rimedio : terapia  (Farmacologica e Magica)